Corradi
Approfondimenti

Biennale di Architettura Venezia 2018: tutto ciò che c'è da sapere sulla 16esima edizione

Biennale di Architettura Venezia 2018: tutto ciò che c'è da sapere sulla 16esima edizione

Da anni punto di riferimento internazionale per architetti e appassionati del settore, la Biennale di Architettura di Venezia, visitabile fino al 25 novembre, giunge alla sua 16esima edizione. Ad ospitarla, i Giardini, dove è stato posizionato il Padiglione Centrale, l'Arsenale e il centro storico di Venezia.

Il tema di quest'anno, "Freespace", celebra la necessità dello spazio libero e gratuito e l'importanza dell'architettura nel provvedere al benessere e alla dignità di ogni cittadino: un tema molto caro anche a Corradi, sempre alla ricerca di soluzioni innovative e personalizzate per ogni esigenza.

Scopriamo quindi, il programma, i partecipanti e le novità di questa Biennale di Architettura 2018.

Le curatrici della Biennale di Architettura 2018

Sono due architetti irlandesi, Yvonne Farrell e Shelley McNamara, socie dello studio di architettura Grafton Architects con sede a Dublino, le curatrici della 16esima Mostra Internazionale di Architettura. I due architetti (Leone d’Argento nel 2002 per il piano di lavoro al campus Utec dell’Università di Lima in Perù), sono conosciute in Italia per la progettazione della nuova sede dell'Università Bocconi di Milano, caratterizzata da una grande vetrata di ingresso che crea un dialogo tra la struttura interna e lo spazio circostante. Durante la conferenza stampa Farrell e McNamara hanno presentato il Manifesto da loro scelto per questa edizione della Biennale di Architettura, appunto Freespace.

Freespace: un'architettura generosa e più umana

Il tema 2018 è un inno alla qualità dei luoghi e all'esigenza di uno spazio che sia gratuito e liberamente fruibile dai cittadini, come ha sottolineato lo stesso Presidente della Biennale, Paolo Baratta.

L'obiettivo di questa edizione è porre l'accento sulla rilevanza dell'architettura all'interno della società in quanto promotrice di un importante legame tra le persone e lo spazio. Il filo conduttore di Freespace sarà, infatti, il concetto di "dono", che l'architettura può elargire alla città, mettendo a disposizione spazi ricchi di opportunità, duttili, democratici e non programmati; l'universo del costruire si combina con il mondo dell'immaginazione, nel quale è possibile concepire nuove funzioni e modalità di condivisione di luoghi e di edifici già esistenti. La facciata di un palazzo, un nuovo spazio pubblico, un particolare architettonico diventano manifestazione della "generosità di spirito e del senso di umanità" che l'architettura deve porre al centro del proprio operato per avvicinarsi maggiormente ai bisogni delle persone. Fulcro del dibattito di questa edizione della Biennale saranno, infatti, l'indagine sulla relazione tra la società civile e l'architettura e la denuncia della grave assenza di spazi pubblici che riduce il benessere dei cittadini.

Biennale di Architettura 2018: i partecipanti

Sono 71 i partecipanti di questa edizione, accuratamente selezionati per la coerenza dei loro progetti con il Manifesto Freespace, nomi noti ma anche meno noti del settore. A questi 71 si affiancano poi i componenti di due sezioni speciali: Close Encounter, meetings with remarkable projects, analisi di famosi progetti del passato, e The Practice of Teaching, riflessione sul ruolo dell'insegnamento per assicurare continuità all'architettura.

Da segnalare, inoltre, la presenza di 6 paesi presenti per la prima volta alla Biennale, accanto alle altre 63 nazioni rappresentate: Antigua & Barbuda, Arabia Saudita, Guatemala, Libano, Pakistan e la Santa Sede con un padiglione sull'Isola di San Giorgio Maggiore.

Per quanto riguarda l'Italia, il padiglione nazionale dal nome “Arcipelago Italia” e ubicato alle Tese delle Vergini in Arsenale, è promosso dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo ed è curato dall'architetto e designer Mario Cucinella.

Eventi Collaterali e Progetti Speciali

Come ogni anno, istituzioni ed enti internazionali sono i promotori di Eventi Collaterali allestiti all'interno di mostre nel centro di Venezia e in concomitanza con lo svolgimento della Biennale.

Oltre agli eventi collaterali, due sono i Progetti Speciali di questa edizione 2018:

  • il Progetto Speciale Forte Marghera con sede a Mestre - un'installazione degli architetti Sami Rintala e Dagur Eggertsson;
  • il Progetto Speciale al Padiglione delle Arti Applicate nelle Sale d'Armi dell'Arsenale -  un'istantanea del complesso di case residenziali Robin Hood Gardens di Londra e una riflessione sul fenomeno del social housing.

Per tutta la durata della Biennale di Architettura 2018, inoltre, si terrà un fitto programma di conversazioni a cura di Yvonne Farrell e Shelley McNamara per esaminare le diverse interpretazioni di Freespace da parte dei partecipanti alla Mostra: i Meetings on Architecture.

Premiazione e inaugurazione

La cerimonia di premiazione della 16esima Mostra Internazionale di Architettura è avvenuta in contemporanea con la sua inaugurazione, sabato 26 maggio presso Ca' Giustinian (sede della Biennale). In questa occasione, è stato consegnato il Leone d'Oro alla Carriera all'inglese Kenneth Frampton, critico e teorico dell'architettura e insegnante presso la Columbia University di New York: tale riconoscimento vuole essere una dichiarazione dell'importanza centrale dell'insegnamento nel veicolare i valori fondamentali dell'architettura e nel definire il suo ruolo all'interno della società civile.

Le aspettative sulla Biennale di Architettura 2018 sono alte, considerando l'importanza e la complessità del tema scelto come Manifesto. Freespace è un invito a inventare e reinventare, a concepire soluzioni sempre nuove che siano in grado di provvedere al benessere di chi vive gli spazi. Un obiettivo, quello di migliorare la vita delle persone unendo funzionalità ed estetica, che Corradi, da anni, persegue in tutti i suoi lavori.

 

Photo credit by

labiennale.org

professionearchitetto.it

Restiamo in contatto

Registrati alla newsletter per ricevere le ultime notizie da Corradi